Tappa 3


I Monti del Sole

Lago del Mis - Roberto De Pellegrin
Tappa 3

Rifugio Bianchet – Pian Falcina

ATTENZIONE: Come comunicato dal CAI Veneto, dal 31 ottobre molti sentieri della zona risultano fortemente danneggiati dal maltempo. Vi consigliamo di NON PERCORRERLI fino a diversa segnalazione.
- Maggiori informazioni
  • 8:00
    ESTIMATED TIME
  • 27km
    DISTANCE
  • 830mt
    TOTAL CLIMB
  • 1640mt
    TOTAL DESCENT
Numeri utili
Rifugio Furio Bianchet+39 335 6446975+39 0437 669226Pian Falcina+ 338 7437565 Numero per emergenze112
Scarica la traccia

Eccoci arrivati nei Monti del Sole, l’area più selvaggia del Parco dove solo pochi esperti del luogo sanno come addentrarsi e percorrere antichi sentieri di alpinisti e cacciatori.

Il trekking aggira queste imponenti e impenetrabili valli seguendo l’antica Via degli Ospizi dove nel medioevo i viandanti che percorrevano la Valle del Cordevole trovavano rifugio.

Un sali scendi che ci porta fino alla Certosa di Vedana dove ancora oggi sono presenti delle suore di clausura, il percorso che tocca alcuni abitati ci porta infine all’imbocco della Valle del Mis e dell’omonimo lago.

Questa lunga tappa è di fatto un trasferimento che attraversando il Cordevole ci porta dalla parte alta del Parco alla zona a Sud Ovest.

Descrizione tecnica

Dal Rifugio Bianchet seguiamo il sentiero 503 che in 2 ore (9 km) ci fa percorre la Val Vescovà e scendere fino alla Val del Cordevole in località Pinei.

Qui dobbiamo seguire per un breve tratto la strada regionale 203 Agordina, solo 1,2km di asfalto prima di immergerci in uno dei luoghi più selvaggi del parco. Nei pressi della località La Muda (possibile pranzo presso il Ristoro San Martino) attraversiamo il cordevole sul ponte pedonale che ci porta in località Agre.

Alla fine del ponte prendiamo la sinistra e seguiamo le indicazioni della Via degli Ospizi (a destra si prende la variante nord per l’aggiramento dei Monti del Sole).

Occorre fare attenzione a mantenersi sul sentiero principale senza lasciarsi ingannare da bolli rossi utilizzati per segnalare le tracce utili alla manutenzione della linea elettrica.

Attraverseremo numerosi valli laterali, passeremo sotto ad una cascata (attenzione, scalini scavati nella roccia e cordino di sicurezza presenti) faremo un breve guado nei pressi della Val Fagarè fino ad arrivare in località San Gottardo.

Da qui prendendo il Sentiero delle Chiesette pedemontane risaliamo il colle fino in località Rosse Alte per poi ridiscendere verso la Strada Provinciale della Valle del Mis. Da qui seguiamo le indicazioni per la Valle del Mis fino a raggiungere il Punto Ristoro con Pernotto del Pian Falcina.

 

Rifugi e punti di appoggio

Cosa cercare lungo il percorso